free website maker

IL SENSO ODIERNO DEL VOLONTARIATO

Spesso ci viene fatta una domanda: “... ma chi fa del volontariato lo fa con disinteresse o perchè pensa di ricevere un beneficio personale in cambio?“.


Una risposta precisa e razionale a questa domanda non esiste ed io sono personalmente convinto che, ognuno di noi, trovi una spiegazione del proprio agire solo dopo aver vissuto pienamente e con coscienza una qualsiasi esperienza. Ma per raggiungere questa coscienza personale bisogna iniziare con il presupposto di non voler ricevere nulla in cambio: non aspettarsi niente è il presupposto indispensabile per poter poi dare qualcosa. Ormai da tempo stiamo mettendo in discussione, se non addirittura a rischio, il senso della solidarietà tra le persone. L’azione stessa del volontariato a tutt’ oggi risulta essere, ai più, incerta ed incompresa. Nella nostra società, così veloce e per questo così superficiale, prevale l’ idea del disinteresse rispetto alla solidarietà, dell’ individualismo rispetto alla comunità, dell’ evitare un possibile problema rispetto al coinvolgimento personale.


Per ritrovare il bandolo della matassa bisogna ripristinare in noi quei valori, oggettivi e soggettivi, che sottintendono il vivere comune, gettando le condizioni per una nuova cultura della solidarietà e per riscoprire i valori insiti ed intimi dell’ uomo ed infrangere quei preconcetti materialistici odierni che danno senso alle cose che si offrono soltanto a condizione di riceverne un beneficio in cambio. 


L’ azione del volontario quindi si deve esprimere in questi valori assoluti ma per potersi esplicare nella sua totalità deve essere considerata per le sue caratteristiche peculiari che sono la spontaneità, la libertà e la gratuità dell’ azione offerta, secondo un principio di solidarietà senza obblighi contrattuali, e dell’ offrire parte del proprio tempo libero, compatibilmente con quelli che sono gli impegni ed i doveri personali, quali la famiglia, il lavoro, e non ultimo, il tempo libero da dedicare a se stessi, senza aspettarsi nulla in cambio. Il volontario può offrire le proprie azioni in vari modi: all’ interno di strutture pubbliche, private, in gruppi o in associazioni, partecipando in modo attivo alla realizzazione di progetti sull’ uomo e per l’uomo, atti a migliorarne le condizioni di vita: essere parte attiva ed integrante di una azione rivolta verso una persona che ha bisogno, a prescindere dalla sua etnia o dalla sua religione. 


Attenzione però a non cadere nel tranello cognitivo di trasformare il volontario in un soggetto insostituibile alla comunità, poiché questo porrà dei limiti alle caratteristiche proprie dell’ azione del volontariato. Il rischio che si corre, cedendo a questo impulso, è quello di utilizzare il volontario in sostituzione dello specialista. Cioè: se non c’ è il professionista designato al dato problema sociale, sostituiamolo con il volontario. Ciò avrebbe come conseguenza inevitabile l’ affibiare al volontario una eventuale inefficacia dell’ azione di aiuto la quale dovrebbe invece essere garantita dal personale tecnico-specialistico designato dagli organi istituzionali competenti.


Ogni associazione di volontariato agisce in modo autonomo e con specifici obiettivi, nel bisogno comune di provare a cambiare la realtà circostante e tentare di costruire una comunità interagente e solidale. Ciò comporta degli impegni personali che richiedono continuità, ma soprattutto condivisione di idee. E la condivisione di idee è senz’ altro uno degli aspetti più profondi ed importanti per dare un senso al vivere comune. Ed è in questo senso che l’ associazione M.P.S. con il suo portale online si propone di contribuire a ricostruire quella coscienza collettiva e di risvegliare quella coscienza morale, del rispetto della persona e del territorio che ci circonda, in un contesto attuale e moderno di volontariato. 


Il Presidente Dott. A. MILELLA

ADDRESS
C.da Cardame 87064
Corigliano Calabro (Cs)

CONTACTS
Email: info@mpsjournal.it
Phone: +39 (0)983 034987
Mobile: +39 366 2879466

Grazie per la vs. EMail! Il Team di MPSJournal risponderá presto.